Dal 1976 il canto e la Storia
Storie del Mediterraneo attraverso un percorso musicologico di ricerca e letteratura.
Dalla musica cLlassica alla cultura popolare. Testi dialettali e in italiano.

Rocco Jenco

H O M E

 


Rocco Jenco

Il suo repertorio e' costituito da musiche e testi originali composti da lui stesso e che provengono da un percorso di ricerca nel campo della cultura popolare che dura da circa quaranta anni.

Scopre la musica e teatro popolare nel 1976. Inizia ad esibirsi in pubblico nelle chiese, nelle scuole e poi con varie compagnie teatrali.

E' un artista che non ha mai rincorso il successo o la notorietÓ pur avendo avuto svariate occasioni, ma ha sempre abbracciato la sua grandissima passione per l'arte di suonare, cantrare, raccontare e lasciare qualcosa a chi lo ha potuto ascoltare. Cosi' come facevano gli antichi cantastorie del passato.

Infatti ama sempre di piu' la musica e la sua diventa una scelta di vita. Completa gli studi musicali di chitarra al Conservatorio, frequentando svariati seminari di perfezionamento di chitarra, musica d'insieme e composizione, in particolare con il Maestro Alirio Diaz (famoso chitarrista e allievo prediletto di Adres Segovia) e con Arturo Danesin (primo flauto dell'Orchestra sinfonica della RAI e del quale ha curato anche alcune incisioni discografiche).

Ha svolto attivita' didattica presso licei musicali e scuole civiche, presso il conservatorio e anche presso corsi di perfezionamento nazionali ed internazionali.

La musica antica e la musica popolare sono le sue specialita' e con esse partecipa a manifestazioni nazionali ed internazionali.

Divenuto un brillante concertista di chitarra classica, invece di sentirsi appagato dei suoi successi, percepisce che la sua funzione e' quella di cantare la Storia. Ma quale Storia ? La "Storia" ha sempre due punti di vista: quella di chi la fa e che viene narrata col titolo di "Storia ufficiale", e quella di chi la subisce (la Controstoria), di cui alcuno se ne cura.

Nel corso degli anni ha partecipato spesso a numerose registrazioni discografiche, radiofoniche e televisive sia regionali che nazionali (reti RAI comprese: TG1, TG2, TG3, Cronache Italiane, Weekend, Videosapere, ecc.) ed ha anche lavorato per la televisione tedesca WDR di Colonia (Westdeutscher Rundfunk K÷ln).

Molte fra le maggiori testate giornalistiche hanno almeno una volta scritto su di lui (La Stampa, La Repubblica, Il Messaggero, Press Agency International, Spectacle, Nuova Armonia della RAI, Il Resto del Carlino, La Gazzetta del Mezzogiorno, La Gazzetta del Sud, Il Quotidiano, ecc. ecc.).

 

 

Temi trattati

Racconti e filastrocche
del Mediterraneo.

La tradizione popolare.

L'emigrazione.

La cultura contadina.

Le serenate, gli amori
e il matrimonio.

La letteratura popolare
e le favole della tradizione orale.

Alarico il Re dei Goti.

San Francesco da Paola
"Fratello Ciccio lo paolano" .

Gioacchino Murat.

Bascia' Cicala
e le incursioni sulle coste.

La leggenda di Occhiali'.

Cardinale Ruffo e Pansanira.

Il marchese di Gagliato
Giovanni Sanchez de Luna
e lo "jus primae noctis".

La passione di Cristo
negli antichi testi.

Altro ancora...